Riforma del Fisco: parte la consultazione dell'Agenzia delle Entrate

Disponibili in consultazione fino al prossimo 13 maggio le proposte di Testi unici elaborate dall’Agenzia delle Entrate per semplificare il sistema fiscale

Data di pubblicazione:
15 Marzo 2024
Riforma del Fisco: parte la consultazione dell'Agenzia delle Entrate

L'Agenzia delle Entrate ha reso disponibili per la consultazione pubblica, fino al 13 maggio prossimo le proposte di Testi Unici, elaborati con l'obiettivo di semplificare il sistema fiscale.

Questo lavoro è stato svolto in base alla Delega per la riforma fiscale (Legge n. 111/2023, art. 21), con l'individuazione delle norme vigenti del sistema tributario, riorganizzate per settori omogenei e coordinando e abrogando le disposizioni non più attuali.

Una volta approvati, i Testi potranno essere consultati in maniera ordinata, con ciascuna disposizione all'interno della relativa raccolta a tema. Gli accademici, i professionisti e i contribuenti possono inviare le loro osservazioni o proposte di modifica, che potrebbero essere recepite nelle versioni definitive.

Le proposte di Testi Unici riguardano l'organizzazione organica delle disposizioni che regolano il sistema tributario, ad eccezione di alcune materie specifiche come l'Irap e la legislazione sui servizi catastali, geotopocartografici e di pubblicità immobiliare.

Sono stati identificati 9 Testi Unici che coprono vari aspetti fiscali, tra cui le imposte sui redditi, l'IVA, l'imposta di registro, i tributi erariali minori, gli adempimenti e l'accertamento, le sanzioni tributarie amministrative e penali, la giustizia tributaria, i versamenti e la riscossione, e le agevolazioni fiscali e i regimi settoriali.

Le osservazioni e le proposte di modifica devono essere inviate entro il 13 maggio 2024, seguendo uno schema specifico, agli indirizzi di posta elettronica dedicati a ciascun volume.

Una volta completata la fase di consultazione, l'Agenzia delle Entrate pubblicherà i commenti ricevuti, ad eccezione di quelli che richiedono esplicitamente la non divulgazione.

Fonte: Omnia del Sindaco

Ultimo aggiornamento

Lunedi 15 Aprile 2024